Page 2 of 70

Auguri di Buona Pasqua 2022!

Il GAL Eloro augura a tutti Voi e ai vostri cari una Felice e Serena Pasqua 2022.

Il Presidente, il Direttore, il CdA e tutto lo staff.

GAL Eloro: al via un laboratorio di progettazione strategica per intercettare e gestire nuove risorse finanziarie con progetti cantierabili

Con questa iniziativa il GAL Eloro vuol dare un forte impulso al processo di pianificazione integrata del comprensorio, supportando enti pubblici e operatori privati nella creazione di un “parco progetti” immediatamente cantierabili 

Continua a pieno ritmo l’attività del GAL Eloro che può registrare un altro importante risultato nell’attuazione del Piano di Azione Locale (PAL) “Eloro 2020” grazie all’approvazione del progetto operativo destinato alla costituzione di un “Laboratorio di Progettazione Strategica” al servizio del comprensorio elorino. Con D.D.S. n. 1198 del 29 marzo 2022, il Dipartimento dell’Agricoltura della Regione Siciliana ha infatti approvato lo stanziamento di 200 mila euro per la realizzazione dell’iniziativa proposta dal GAL Eloro ai primi di agosto dello scorso anno.

Prevista dall’azione 1.1.2 del PAL Eloro, la costituzione di un “Laboratorio di Progettazione Strategica” rappresenta un passo fondamentale nell’implementazione della Strategia di Sviluppo Locale di Tipo Partecipativo (SSLTP) predisposta dal GAL ed un prezioso strumento al servizio degli enti pubblici e degli operatori privati dei territori di Avola, Noto, Rosolini, Pachino e Portopalo di Capo Passero.

L’iniziativa prevede la creazione di un team di lavoro composto da figure con adeguate competenze tecniche e professionali, affiancato dal personale del GAL e fortemente integrato con gli uffici di programmazione degli enti locali del comprensorio elorino, con il compito preciso di supportare gli enti medesimi, gli stakeholder e la popolazione locale nella definizione di validi progetti di sviluppo comprensoriale esecutivi, anche intersettoriali e multi-attoriali, e nell’individuazione di idonei canali di finanziamento, attraverso un regolare monitoraggio delle opportunità. Nello specifico, il “Laboratorio”, offrirà, sotto la regia del GAL Eloro, una concreta assistenza nella stesura e nell’aggiornamento di piani di sviluppo dei comuni e dei villaggi e dei servizi comunali di base, in particolare riferibili a canali di finanziamento attivi, come, ad esempio, nel caso delle provvidenze rese attualmente disponibili col PNRR, privilegiando la progettazione esecutiva da realizzare in rete partenariale pubblico-privata.

L’obiettivo dichiarato è, infatti, quello di realizzare un parco progetti coerente, anche trasformando progetti preesistenti non ancora esecutivi e giacenti in archivio in progetti cantierabili, che preveda azioni complementari fra loro e capaci di creare un sistema di opere e interventi su scala comprensoriale, urbana ed extraurbana, che risulti immediatamente spendibile in risposta ai bandi pubblici in corso di emanazione a livello regionale, nazionale e comunitario. Aspetto fondamentale dell’azione sarà anche quello relativo alla formazione e riqualificazione dei funzionari pubblici degli enti locali del comprensorio, ciò al fine di garantire continuità alle attività di pianificazione strategica anche dopo la fine del progetto finanziato.

Il “Laboratorio” intende inoltre promuovere studi d’area e progetti pilota diretti a definire le azioni più opportune per raggiungere obiettivi condivisi di sviluppo socio-economico coerenti alle problematiche presenti sul territorio: tra questi uno dei più rilevanti concernerà la stesura partecipata di un Contratto di Fiume e di Costa (CdFC).

L’iniziativa intende dunque rispondere, in primo luogo, alla necessità di dotare il comprensorio di progettualità strategiche ed ambiziose che possano raggiungere quella “massa critica” data dall’effetto moltiplicatore che scaturisce dalla somma dei risultati dei singoli interventi. Gli obiettivi sono quelli di migliorare la competitività territoriale e promuovere il comprensorio, sostenere il lavoro e l’innovazione attraverso nuove competenze, favorire l’identità territoriale e promuovere attività di sensibilizzazione, rafforzare la strategia territoriale e i partenariati locali, migliorare le capacità e le competenze pianificatorie nel comprensorio elorino. E, in secondo luogo, di intercettare con progetti immediatamente cantierabili le provvidenze finanziarie messe a disposizione dal PNRR, dal Fondo di Coesione nazionale e dagli altri strumenti regionali, nazionali ed europei che si renderanno operativi lungo il settennio di programmazione in corso e per quelli a venire.

“Questo risultato” – spiega Sergio Campanella, Direttore e Responsabile di Piano del GAL – “è solo il più recente, in ordine cronologico, tra quelli ottenuti dal GAL Eloro nel corso di questa programmazione, e non è neanche l’ultimo. Malgrado le innumerevoli difficoltà legate principalmente ai due anni di pandemia, alla conseguente crisi economica da essa scaturita e alle nuove perturbazioni provocate dalle attuali tensioni internazionali, il GAL Eloro è riuscito ad inanellare una positiva serie di risultati, raggiungendo la maggior parte dei propri obiettivi programmatici e preparandosi al meglio per garantire al comprensorio elorino la possibilità di accedere alle nuove opportunità che a livello comunitario, nazionale e regionale sono in fase di programmazione ed attuazione. Il “Laboratorio di Progettazione Strategica” è orientato proprio in questa direzione, ossia quella di supportare ed affiancare gli enti pubblici e i soggetti privati che, anche in partenariato, intendano cogliere le nuove opportunità di finanziamento, a partire dal PNRR. Ciò verrà fatto attraverso una metodologia che prevede un triplice canale di supporto ed affiancamento dei potenziali beneficiari e che oltre all’attività di monitoraggio, finalizzata ad individuare le opportunità e i bandi più adeguati per i soggetti interessati, intende assicurare un supporto diretto nella fase di progettazione, chiudendo il cerchio con la formazione continua e “on-the-job” dei funzionari preposti alla gestione delle iniziative. Un sostegno, insomma, a 360 gradi che possa finalmente assicurare un impiego coerente e funzionale delle risorse pubbliche e favorire il successo delle iniziative progettuali”.    

“La progettualità promossa dal “Laboratorio” sarà fortemente orientata ai principi della sostenibilità, della promozione dell’innovazione, della cantierabilità” – afferma il Presidente del GAL Eloro, Iano Dell’Albani – “e in ossequio a tali principi favorirà un approccio integrato al paesaggio quale sistema unitario, avviando un percorso metodologico-operativo che includa momenti di confronto trasparente e ripercorribile, per facilitare la comprensione, la condivisione e l’aggiornamento continuo di tutti gli attori coinvolti. Questa iniziativa si inquadra nella più ampia strategia disegnata dal GAL Eloro insieme al suo ampio partenariato e portata avanti con tenacia da tutta la struttura tecnica e con il pieno appoggio del CdA. Nel corso dell’attuale ciclo di programmazione sono già stati finanziati ben 20 progetti nell’ambito dell’Azione 1.1.1 del PAL Eloro 2020 – “Sostegno alla creazione o allo sviluppo di imprese extra agricole”, bando che verrà presto ripubblicato con un’importante dotazione finanziaria. Una proposta progettuale finalizzata alla creazione di nuove sinergie tra il settore turistico ed i settori dell’agricoltura, dell’agroalimentare e dell’artigianato è stata finanziata nel quadro dell’Azione 2.2.1 del PAL medesimo – “Infrastrutture turistiche su piccola scala” e sono in corso di valutazione le proposte progettuali presentate a valere sul bando relativo all’Azione 1.2.4 – “Agrisociale”. A tutte queste iniziative, vanno aggiunte quelle concernenti la presentazione del progetto “Cittadini Connessi” relativo all’Azione 1.2.5 – “Piazza Telematica”, con l’obiettivo principale di offrire connettività Internet, servizi al cittadino e postazioni di smart-working e co-working nei comuni del GAL Eloro; così come quella fortemente innovativa e relativa all’Azione 1.2.3 – “Hub Rurale per l’occupazione e l’inclusione”, che prevede la realizzazione dell’”Héloros Hub”, centro di eccellenza che avrà sede al Centro Pio La Torre a Noto Marina con lo scopo di rafforzare e consolidare i servizi di assistenza, consulenza e le reti relazionali di co-working e co-creation tra i soggetti della conoscenza in ambito rurale: eletti e funzionari, imprese e consorzi, scuole, centri di formazione e di ricerca, università, associazioni, terzo settore, persone-risorsa, attivisti, influencer, giovani innovatori, idea-owner e maker, utenti-consumatori. Grazie all’Héloros Hub, sarà finalmente possibile sperimentare in ambito rurale una soluzione organizzativa diretta a favorire lo sviluppo di nuova imprenditorialità, a partire dal tessuto locale di innovatori, intorno a tematiche di sostenibilità, sociali, economiche ed ambientali, mediante l’utilizzo di nuove capacità e competenze organizzative e gestionali, lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, l’uso di tecnologie telematiche e della comunicazione, nonché la creazione di un ambiente di lavoro improntato ai principi della collaborazione e della condivisione, in rete con realtà analoghe anche euromediterranee ed internazionali, che possa favorire lo sviluppo inclusivo di soluzioni originali e di nuove imprese concepite sulla base dei reali fabbisogni della comunità locale e del territorio”.

GAL, il governo regionale approva 20 milioni per il BonuSicilia CLLD per le microimprese

Potranno beneficiare del contributo anche le imprese attive nel comprensorio elorino, operanti nel territorio dei comuni di Avola, Noto, Pachino, Portopalo di Capo Passero e Rosolini

Oltre 20 milioni di euro per i GAL siciliani. Il governo Musumeci ha approvato in giunta le disposizioni attuative per il lancio del bando “BonuSicilia CLLD” aperto ai 17 GAL, i gruppi di azione locale siciliani per un valore di 20,4 milioni di euro. Si tratta di fondi approvati dal governo regionale con la riprogrammazione delle risorse destinate alle azioni di Sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD) e del Po Fesr 2014-20, indirizzate sotto forma di contributo a fondo perduto (nella misura massima di 5 mila euro per ciascuno impresa) alle microimprese operanti nei territori dei GAL colpite dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

Questa riprogrammazione – spiega l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano – è frutto della condivisione con i GAL di una strategia che ha come obiettivo primario il sostegno alle imprese danneggiate dalle restrizioni e dalle chiusure determinate dalla pandemia e la loro ripartenza. È sicuramente una iniziativa importante, tenendo conto anche dell’attuale congiuntura internazionale che fa temere qualche contraccolpo anche sul settore turistico-ricettivo”.

I fondi, ripartiti su base territoriale, andranno a supportare le imprese nei territori dei 17 Gal: Golfo di Castellammare, Nebrodi Plus, Rocca di Cerere, Sicani, Terra Barocca, Terre dell’Etna e dell’Alcantara, Terre di Aci, Eloro, Terre del Nisseno, Madonie, Metropoli Est, Etna, Etna Sud, Natiblei, Taormina-Peloritani, Valli del Golfo e Valle del Belice.

Possono partecipare al bando le microimprese che abbiano meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro con sede legale e operativa in uno dei Comuni compresi fra quelli ammissibili per singolo GAL. Sono ammesse a partecipare microimprese che gravitano nell’area delle attività manifatturiere, trasporto e magazzino, servizi di alloggio e ristorazione, servizi di informazione e comunicazione, noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, attività artistiche, sportive di intrattenimento e divertimento, settore turistico e stabilimenti termali, in base ai codici Ateco Istat ammissibili. La procedura di selezione avverrà a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande che si potranno inoltrare per via telematica attraverso la piattaforma digitale predisposta dal dipartimento regionale Attività produttive. I fondi saranno impegnati entro giugno 2022, per essere erogati entro l’anno.

“I Diari del GAL Eloro: Idee per uno sviluppo locale sostenibile” – pubblicato il numero di marzo 2022

È online il ventiduesimo numero della newsletter mensile “I Diari del GAL Eloro: Idee per uno sviluppo locale sostenibile”.

Con la newsletter mensile lanciata dal GAL Eloro, stakeholder, attori istituzionali, imprenditori, cittadini, partner e potenziali beneficiari delle iniziative del GAL, potranno restare sempre aggiornati sui temi legati allo sviluppo locale sostenibile in ambito internazionale, europeo, nazionale, regionale e locale.

Nel ventiduesimo numero

Rinnovo generazionale in agricoltura P.1

…dal Pianeta

 Startup innovative al servizio dell’agricoltura P.3

…dall’Europa

Campagna UE per il cibo Bio nelle mense pubbliche P.4

…dall’Italia

Agricoltura 4.0: nel 2021 investiti 1,6 miliardi P.5

…dalla Sicilia

Sviluppo etico e sostenibile nel settore vitivinicolo siciliano P.6

…dal Comprensorio Elorino in Val di Noto

Agricoltura Sociale nel comprensorio elorino P. 7

La RRS vicina al popolo ucraino P. 9

 

Scarica la newsletter al seguente LINK.

 

« indietro avanti »

© 2022 Gal Eloro

Up ↑